“L’intelligenza delle mani”, CNA espone ad Agrigento le eccellenze per dare valore all’artigianato e al territorio

L’arte del saper fare: è la carta di identità degli artigiani che lavorano con la testa, il cuore e le mani. La CNA, impegnata a rappresentare e a promuovere il valore delle botteghe e dei mestieri, organizza una interessante esposizione, visitabile fino al prossimo 15 giugno, denominata “I Semi di Efesto”, ospitata nella Scala Reale del Libero Consorzio Comunale di Agrigento. E’ la seconda tappa siciliana di un itinerario partito da Enna. Una ventina gli artigiani, provenienti da tutta l’Isola, che hanno aderito al progetto, il cui obiettivo è quello di valorizzare le performance di chi quotidianamente, nell’era digitale e del mercato globale, produce ancora, con competenza e passione, oggetti e manufatti unici e irripetibili. Nella galleria espositiva potranno essere ammirate ed apprezzare opere di vario genere: tutte di grande rilevanza che celebrano l’alta qualità della tradizione artigianale agrigentina e siciliana. L’iniziativa, che gode del patrocinio dell’ex Provincia regionale c di Palazzo dei Giganti, rappresenta una prestigiosa “vetrina” delle eccellenze che danno valore anche al territorio a cui i prodotti sono molto spetto legati. “Il nostro ringraziamento va al commissario straordinario, Girolamo Alberto Di Pisa, e al sindaco Lillo Firetto, per la disponibilità e la sensibilità che hanno mostrato – affermano il vertici provinciali della CNA di Agrigento – si tratta di segnali di apertura e di vicinanza che registriamo positivamente rispetto ad un percorso di positiva collaborazione fra le Istituzioni e le Organizzazioni, come la nostra, la cui attività è al servizio delle imprese artigiane e degli operatori economici. E dunque di chi alimenta sviluppo e occupazione. Assieme alla governace regionale della Confederazione e a Cna Artistico e Tradizionale – sottolineano il presidente Francesco Di Natale e il segretario Claudio Spoto – stiamo lavorando, avendo già ottenuto una condivisione di massima dell’Assessore alle Attività Produttive, Mimmo Turano, per arrivare ad una legge quadro a livello regionale, ma anche per intraprendere un’azione legislativa più complessiva in ambito europeo”. Nella giornata conclusiva della mostra, è prevista, in mattinata, una cerimonia all’interno dell’aula Giglia del Libero Consorzio comunale di Agrigento.